LIBRI PER IL 2020 – La biblioteca dell’umanità nel libro dei libri raccontato da Calasso

Spread the love

La Bibbia è davvero il libro dei libri, non solo etimologicamente e per la sua centralità religiosa e culturale. Il suo essere un libro-mondo è ben raccontato nello splendido volume di Roberto Calasso. Il cofondatore della casa editrice Adelphi, dopo averci regalato nove libri su temi mistici e mitologici, si sofferma ora sul sistema di scatole cinesi che compone la straordinaria macchina narrativa del testo sacro. Ogni singolo libro della bibbia ne contiene altri, ci sono parole e frasi che aprono a ventaglio una miriade di motivi di fascinazioni e rimandi, che Calasso – i cui libri sono tradotti in 26 lingue e 27 Paesi approfondisce nel suo stile. Nel gioco continuo tra detto e non detto, nell’ambiguità della parola umana e divina, si definisce l’essenza di un testo unico. Questo libro racconta una storia che comincia prima di Adamo e finisce dopo di noi, attraversando la Bibbia in maniera trasversale, soppesando anche quei passaggi minimali che spesso si leggono distrattamente, sottovalutandone la portata e il gioco di significati. Da Saul, il primo re d’Israele ad Abramo che parte e nella sua erranza dà avvio ad una storia d’amore tra Dio e l’umanità, un rapporto fatto anche di gelosie e di amore incondizionato, da una parte e dall’altra. Il libro di tutti i libri è un caleidoscopio di trame, sepolte, dimenticate. Addentrarsi nel particolare, scandagliare una singola storia-parola, inserire cunei poetici per disvelare la forte carica simbolica dell’ebraico, è una capacità in cui Calasso si conferma un vero maestro.

Roberto Calasso
“Il libro di tutti i libri”
Adelphi editore
Pagg. 555 – euro 28.00