NATALE DEI LIBRI – ATLANTE DEI LUOGHI POPOLATI DALL’IMMAGINAZIONE

Spread the love

Ci aveva pensato già Umberto Eco ad offrirci un atlante delle terre leggendarie, ma questo è un libro diverso, capace di stimolare la fantasia dei lettori di ogni età, mettendo su carta luoghi che esistono perché esistono sulla carta stessa, perché sono stati creati dagli scrittori, perché hanno tracciato la geografia di un romanzo, di una storia, di una saga letteraria.  Si tratta propriamente di un atlante letterario, dove i luoghi descritti con le parole trovano spazio per una planisfero dell’incredibile. Dai paesi delle fate, alla Terra di Mezzo di Tolkien, dalle isole di Robinson alla terra leggendaria di Asgard. Un libro straordinario, che si avvale dei testi di diversi scrittori. Philip Pullman racconta la carta geografica che ha disegnato per il suo primo romanzo; Robert Macfarlane riflette sul suo amore per le cartine, nato con la lettura dell’«Isola del tesoro»; Joanne Harris ci svela la sua fascinazione per le rappresentazioni vichinghe dell’universo; Daniel Reeve ci porta dietro le quinte del suo lavoro per i film dello «Hobbit» e tanto altro ancora. In maniera trasversale, il libro indaga diversi generi, unisce adulti e bambini, spazia dai mondi medievali a quelli fantascientifici. E’ un atlante che non può mancare nella biblioteca dei bibliofili e degli amanti della lettura, un testo che conferma – ove mai ce ne fosse bisogno – che il bisogno di narrare è coessenziale alla natura dell’uomo.

H. Lewis-Jones (a cura di)
“Le terre immaginate. Un atlante di viaggi letterari”
Salani Editore
Pagg. 256 -euro 35.00