IN PRINCIPIO FU LA PAROLA

Spread the love

LA PAROLA CHE CREO’ L’UOMO
E’ nato prima l’uomo o la parola? La risposta alla domanda ironica è scontata, ma certamente nell’evoluzione della nostra specie, dalla preistoria ad oggi, ha contato moltissimo il linguaggio e l’uso della parola è forse il più importante traguardo evolutivo. Da questo punto di vista appare illuminante il libro di Lamberto Maffei “Elogio della parola”, un testo consigliato a tutti per recuperare – tra pratica e filosofia, tra scienza e umanesimo classico – l’importanza degli aspetti culturali nella nostra vita intellettuale e persino biologica. In sintesi il bel libro di Maffei – già presidente dell’Accademia nazionale dei Lincei, è professore emerito di Neurobiologia alla Scuola Normale di Pisa – ci ricorda che il nostro cervello è tanto più potente quanto più padroneggia le sue capacità, compreso il linguaggio che ne rappresenta un fattore distintivo. Tornare alla parola significa allenarsi a coltivare questa nostra attitudine, come ogni sportivo che cura il suo corpo. Leggere, parlare, dialogare, scrivere, rafforzare il lessico, significa quindi non soltanto fare “sfoggio” di cultura ma nutrire il nostro cervello, alimentarlo, allenarlo, mantenerlo giovane e vivo. Il libro, che si avvale della presentazione, di Luca Serianni, ha il pregio di parlare tanto al grande pubblico quanto agli studiosi del linguaggio, con una sapienza di grande vis comunicativa.

Lamberto Maffei
“Elogio della parola”
Il Mulino editore
Pagg. 156 – euro 13.00